Scegli la lingua: English | Français | Italiano

Fine Art in the Principality of Monaco

La Collezione degli Antichi Maestri - I Dipinti

I GRANDI MAESTRI, da Giotto a Corot ed a Manet hanno, con la loro arte, rappresentato visivamente le idee, i pensieri e lo stile di persone scomparse da secoli. Ammirando un quadro antico si può osservare come le persone vivevano in quel periodo, il loro modo di vestire, l'interno delle loro case, l’aspetto della campagna allora, ma anche qualcosa della loro storia. Attraverso i loro occhi, vediamo come le loro idee e la loro visione del mondo si siano sviluppate.

Il quadro il più antico in questa collezione è un'icona greca assai rara risalente al XII secolo, il cui stile si può’ fare derivare dai ritratti romano-ellenistici del I° secolo scoperti in Egitto nei siti di EL-Fayû'ed e Antinoe.

Il fondo oro che troviamo nella Madonna con Bambino e Santi proveniente dalle regioni sudorientali dell'Italia ci dimostra l'influenza del grande maestro fiorentino Giotto. Fu dipinto intorno al Trecento e mostra come l'arte italiana si allontanava, gradualmente, dalla pittura Bizantina.

L'alto Rinascimento italiano è rappresentato dalla superba immagine di una bella donna fiorentina, dipinta da Michele Tosini, detto Michele di Ridolfo del Ghirlandaio, attorno alla metà del Cinquecento.

Il diciottesimo secolo è rappresentato dai ritratti di due giovani ragazze, quello dell'artista francese Jean-Baptiste Greuze e quello risalente al 1750 del maestro gallese Richard Wilson, raffigurante la tragica signorina Wynne.

Lo stretto rapporto di studio e conoscenza che i grandi maestri avevano con l'arte classica, la letteratura ed il Vecchio Testamento è riscontrabile nella Giuditta con la testa di Oloferne, attribuita a Carl Fabritius, e nel Ritrovamento di Mosè di Valerio Castello.

La leggenda romana di Gnaeus Marcius Coriolanus, opera del pittore bordolese Brascassat e i tre pannelli raffiguranti Aria, Terra e Fuoco, del pittore fiammingo Jan van Kessel, sono altri esempi dei temi classici impiegati dagli artisti del Rinascimento e da altri artisti classici successivi.

Panagia Glikophilousa (Madre di Dio)

Icona del Dodicesimo secolo, di origine probabilmente medio-orientale. Si notano le forti influenze degli ateliers operanti in Costantinopoli nei secoli precedenti.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Madonna con Bambino e Santi

Icona del Quattordicesimo secolo proveniente da una bottega italiana del sud-est (probabilmente Abruzzi). Il quadro a fondo-oro su supporto di tela e tavola, ci mostra la forte influenza Senese che stava diffondendosi in questa ed altri regioni durante il periodo.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Sacra Famiglia con San Giovanni

Domenico Puligo 1492 - 1527. Il suo stile è quello del tardo Manierismo. Collaborò con Andrea del Sarto con il quale esiste una stretta affinità stilistica. Fu anche allievo di Ridolfo del Ghirlandaio (vedere quadro , Ritratto Nuziale)

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Ritratto Nuziale

dipinto dal pittore fiorentino Michele Tosini nel periodo 1503-77. Allievo di Lorenzo di Credi, egli assunse addirittura il nome di Michele di Ridolfo del Ghirlandaio, in segno di ammirazione per il pittore Ridolfo di Ghirlandaio (1483-1561), con il quale aveva collaborato in varie opere.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Fête Champetre

Cornelis Cornelisz van Haarlem 1562-1638. Lo stile dei suoi quadri mitologici ci porta a quello della scuola di Fontainebleau. Il Manierismo delle sue opere ci mostra un’affinità con i quadri dei suoi contemporanei, Hendrick Goltzius e Carel van Mander.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Natività con Pastori

Johann Rottenhammer Munich, 1564/5 - Augsburg, 1625. Pittore tedesco che studiò a Venezia, come dimostra l’influenza della scuola veneziana del Cinquecento nei suoi lavori. E` considerato il fondatore del cosiddetto stile italianizzato della Germania meridionale. Rottenhammer è segnalato nel 1604 dal pittore olandese, nonché scrittore e biografo, Carel van Mander.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

L’Arca di Noè

Jan Breughel de Velours (Velvet Breughel), 1568-1625. E’ uno dei suoi soggetti più famosi, dove l’artista mette in evidenza le sue grande capacità di rendere animali esotici, fiori e paesaggio. Collaborò con Peter Paul Rubens in alcuni dei suoi quadri più importanti, tra cui Cristo nella Casa di Marta e Maria, esposto nella Galleria Nazionale d’Irlanda.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Santa Caterina

Hendrik van Balen (Anversa 1575-1632). E’ il maestro di Peter Paul Rubens e di Anton van Dyck. Ha collaborato anche con Rubens e con Jan Breughel de Velours su commissioni varie.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Mungitrice con bestiame

Opera attribuita al pittore olandese Aelbert Cuyp (Dordrecht 1620-91), in base allo stile della pennellata del pittore ed al trattamento dell'erba in primo piano che, in qualche modo, è paragonabile al trattamento dello stesso dettaglio nel “Mungere le Mucche” dello stesso pittore, Catalogo no.49 nella Galleria Nazionale d’Irlanda.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Giuditta con la testa di Oloferne

il prototipo di questa tela, nel Rijksmuseum di Amsterdam (Inventory Ag1), fu in precedenza attributo a Carl Fabritius. L’importanza del quadro attuale consiste nel mostrare, nella parte inferiore del soggetto, la punta della scimitarra e del collo di Oloferne, che, nella versione in possesso del Rijksmuseum, sono stati rimossi. Il quadro, di un allievo di Rembrandt, mostrano lo stile fosco e di avanguardia che Rembrandt adottò dagli anni 1650 in poi.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Il Ritrovamento di Mose

di Valerio Castello, pittore della Scuola Barocca genovese 1624 – 59, nota per sua tecnica intensa e la colorazione calda. Il pittore ha dipinto il suo soggetto su una tela preparata con un fondo di ocra rossa, molto utilizzato da questa scuola.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Fanciulla accanto ad un Pozzo

Attribuito a Nicolas Berchem, Haarlem 1620 - Amsterdam 1683. Influenzato dal suo soggiorno in Italia, attorno al 1640, l’artista adottava uno stile ‘all’ Italiana’, allora molto in voga. La tipica faccia rossa della ragazza, dimostra l’influenza stilistica della scuola di Cuyp. (Vedere ID p65 n23)

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Il Poeta Virgilio

Stilisticamente simile ad una serie di tele fatte dal pittore bolognese Giulio Cesare Procaccini1574-1625, che includono le due tele San Tommaso e San Paolo nel Palazzo Rosso di Genova. Questi fanno parte della serie dedicata ai dodici apostoli, dipinta da Procaccini a Milano alla fine di 1621.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Paesaggio Classico con Figure

Attributo a Jan Frans van Bloemen (1662-1749), conosciuto con il soprannome "Orizzonte", un pittore fiammingo che si specializzava in paesaggi Italiani ed in particolar modo della campagna romana. L’orizzonte e l’ultimo piano sono caratteristiche importanti nei suoi paesaggi, da qui il suo pseudonimo.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Pastore nella Campagna Romana

La tela, stimata come il capolavoro del pittore italo-tedesco Rosa da Tivoli (Pieter del Roos) 1657-1706, fu eseguita nel 1703, quando l’artista l’ha firmata e datata sul retro.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Ritratto di Miss Elizabeth Wynne

Appartenente ad una famiglia aristocratica gallese, la giovane è stata dipinta dal suo compatriota Richard Wilson (1713?-82).

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Vergine Vestale

Dipinto dal pittore francese Jean-Baptiste Greuze (1745-1805). La sua arte è stata ricordata da Diderot come la glorificazione della virtù in un periodo segnato dal declino morale.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Il Naufrago del Killarney

William Sadler (1782c.- 1839). Dipinto su tavola rivestita di canapa, sulla quale il pittore aveva applicato uno strato di gesso. Dal punto di vista tecnico il quadro rappresenta uno degli esempi più recenti dove si può’ riscontrare che il pittore ha adoperato uno stile, quello appunto del gesso su tela applicata ad una tavola, che risale, come nell’ esempio del trecentesco Madonna con Bambino e Santi della scuola Abruzzese, al medioevo. Per maggiori dettagli riguardanti la tavola vedere Caring for Old Master Paintings.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Coriolanus

Jacques-Raymond Brascassat 1831. Tela avente come tema il generale del quinto secolo D.C. e sua moglie Volumnia che sta tentando di convincerlo a non marciare su Roma.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Fanciulla che legge una lettera

Thomas Wilson, 19 secolo, Scuola Inglese.

Image Details Visualizza i Dettagli e Acquista

Warning: mysql_free_result() expects parameter 1 to be resource, null given in /home/matmos6/museummontecarlo.com/httpdocs/italiano/old_masters.php on line 271

Warning: mysql_close() expects parameter 1 to be resource, null given in /home/matmos6/museummontecarlo.com/httpdocs/italiano/inc/mysql_chiudi.php on line 2